Perché l’olio nella tua auto puzza di benzina?

Normalmente l’olio presente nel nostro motore non dovrebbe affatto avere l’odore della benzina e se doveste avvertire questo fenomeno dovreste immediatamente correre ai ripari. Nonostante olio e benzina siano due liquidi presenti nei nostri veicoli, questi sono decisamente diversi tra loro e pertanto non dovrebbero mai essere mischiati, dato che hanno funzioni assolutamente differenti.

Esistono alcuni motivi particolari che possono provocare questo particolare problema e vogliamo indicarveli per aiutarvi a prevenirli.

Perché l'olio nella tua auto puzza di benzina?
credit by envato elements

1. Guidare per molto tempo per brevi distanze

Quando ci limitiamo a percorrere tragitti molto brevi, per lungo tempo, è facile che si verifichi un problema di questo genere. Normalmente, quando percorriamo lunghe strade, la coppa dell’olio di riscalda e fa vaporizzare la piccola quantità di benzina che la raggiunge. Viceversa, quando si percorrono costantemente distanze brevi, non si riesce a far raggiungere alla coppa dell’olio la temperatura necessaria per vaporizzare la benzina in eccesso e quindi questa può contaminare l’odore dell’olio. Se non effettuate spesso tratte molto lunghe, prendete in seria considerazione l’idea di cambiare l’olio del motore con maggiore frequenza.

2. Mancata accensione del motore

Durante una mancata accensione del motore tutti i cicli di combustione ne risentono e questo può far sì che la miscela aria-carburante non brucerà del tutto, provocando quindi l’ingresso di benzina inutilizzata nel basamento e provocando quindi un cattivo odore dell’olio.

3 Iniettori di carburante difettosi
Quando l’iniettore di carburante ha un difetto è normale che possa provocare la fuoriuscita del liquido, rilasciandone piccole quantità sulle pareti del cilindro, e facendone penetrare una parte all’interno del comparto dell’olio, condizionandone l’odore.

4. Iniettori di carburante ostruiti

Anche una ostruzione potrebbe inavvertitamente portare alla fuoriuscita di una minima parte di benzina, che tenderà inevitabilmente a rovesciare tale liquido in altre aree dell’auto. In casi del genere l’odore dell’olio sarà particolarmente forte ed è opportuno intervenire rapidamente per evitare di causare enormi danni al motore.

5. Fasce elastiche difettose
Normalmente le fasce elastiche servono per impedire all’olio di entrare nella camera di combustione e al carburante di raggiungere il carter. Ovviamente, anche queste zone si possono usurare nel tempo e potrete capire proprio dall’odore di carburante nell’olio che è arrivato il momento di far dare loro una controllatina.