Otto passaggi per identificare quel rumore che ti infastidisce durante la corsa in auto

Quando un veicolo non è più nuovo, è naturale che emetta dei rumori ricorrenti, soprattutto in assenza di manutenzione preventiva.

Alcuni driver di solito si abituano a quel rumore fastidioso e altri finiscono per gocciolarlo installando un sistema audio o mettendo il feltro in borse o scomparti.

Gli psicologi affermano che esiste una chiara relazione tra rumore di fondo e stress.

Per combatterlo, alcuni esperti raccomandano l’uso di tamponi, ma questa funzione è impossibile e illegale secondo il codice della strada brasiliano.

Con questo, si raccomanda a tutti i meccanici di fare una valutazione completa, partendo dall’ipotesi “più facile e passando per la più difficile”.

Un esempio ricorrente è quando il cliente arriva in officina segnalando un rumore nella parte posteriore del veicolo, e quando, dopo aver effettuato tutti i controlli, si accorge che il problema sta nella quantità di cose caricate nel bagagliaio.

Otto passaggi per identificare quel rumore che ti infastidisce durante la corsa in auto

Un’altra segnalazione comune è quella di una vibrazione sonora ricorrente alle estremità dell’auto. Normalmente, per risolvere questo tipo di incidente, è sufficiente un semplice serraggio delle targhette o una regolazione del paraurti.

Il segreto del successo sta nel rispetto dei passaggi di verifica. Ecco alcuni suggerimenti per eliminare quel fastidioso rumore durante la guida:

  1. Fai un’ispezione esterna. Controlla che non ci sia nulla di allentato, come targhette, paraurti, coprimozzi, modanature, specchietti retrovisori, parafanghi, tra gli altri.
  2. I pneumatici usurati e disallineati fanno più rumore. Lo squilibrio comporta anche una maggiore vibrazione e, di conseguenza, una maggiore rumorosità.
  3. L’ascensore è una risorsa eccellente per avere un contatto visivo sotto il veicolo. In questo scenario, è possibile verificare se la protezione del carter è allentata, se ci sono spazi vuoti nelle boccole delle sospensioni, se la gomma dello scarico si è allentata, tra gli altri.
  4. Le macchine per il vetro, sia elettriche che manuali, si allentano nel tempo e con un eccessivo sbattere delle porte. Quindi sii sospettoso se il rumore proviene da una delle porte.
  5. Gli ammortizzatori che perdono o cigolano sono un segno di debolezza, ma spesso il problema non può essere solo con loro, ma con le molle. Se sono usurati, potrebbero sovraccaricare l’intero sistema.
  6. Sapere cosa prendi! È naturale trovare negli scomparti monete, orecchini, matite o oggetti sferici dimenticati o nascosti. È quel rumore che si intensifica ogni volta che c’è una decelerazione e queste cose finiscono per girare in avanti. Non dimenticare di guardare sotto i sedili.
  7. Serrature in ordine. Verificare che le portiere siano allineate e che il cofano e il cofano del bagagliaio si chiudano correttamente. Un altro dettaglio importante è vedere le gomme. Devono, oltre a sigillare acqua e vento, non consentire il contatto metallo contro metallo.
  8. Il sistema di ventilazione raccoglie spesso foglie secche, ramoscelli o sporco dalle strade. Controllando filtri e condotti, oltre a contribuire alla salute delle vie respiratorie, si eliminano i rumori indesiderati all’attivazione del sistema.