Ha realizzato una moto fai da te ed il risultato è totalmente assurdo ma funziona

Avete mai pensato di realizzare una motocicletta con parti davvero casuali e senza contare su altro aiuto che quello propria inventiva?
È quello che hanno fatto i ragazzi del canale YouTube “Bikes and Bears”.
Questo piccolo team di amanti delle moto ha creato dal nulla un veicolo, sfruttando semplicemente utensili e oggetti che non hanno nulla a che vedere l’uno con l’altro.

Sembra proprio che abbiano accatastato un mucchio di ferrivecchi e che improvvisamente e per magia, siano riusciti a realizzare un veicolo che non solo sta in piedi, ma cammina anche su strada.
Le parti che hanno utilizzato sono veramente scelte con una casualità assurda.

Ha realizzato una moto fai da te ed il risultato è totalmente assurdo ma funziona

Le ruote sono realizzate con dei semplici cerchi in lamiera verniciata bianca.
Il telaio è stato ricavato da una gruetta idraulica, mentre il motore proviene da un tosaerba.
I manubri di questo strano veicolo sono stati realizzati da delle vecchie forbici da potatura e il sedile si è rivelato essere stato preso in prestito da uno sgabello.

Per riuscire ad ottenere dei risultati con questi oggetti, è stato necessario chiedere l’aiuto di alcuni esperti della lavorazione dei metalli e ad un’officina che potesse agevolarli nella realizzazione di tale idea.
Il risultato non è stato né bello né comodo… il veicolo non si muove bene ed è a malapena in grado di frenare… tuttavia possono certificare di essere riusciti, in puro stile “MacGyver”, a realizzare un mezzo mobile, usando oggetti totalmente a caso.

La moto, se così la possiamo chiamare, è stata battezzata come “Street Legal”. Fortunatamente il veicolo non ha ottenuto alcun tipo di omologazione per circolare in strada, ma almeno ha suscitato l’ammirazione di moltissimi meccanici che avevano da sempre voluto provare a realizzare, con qualcosa di assolutamente “inutile”, un personale mezzo su ruote.

Il video pubblicato sul loro canale ha attirato la curiosità di centinaia di migliaia di persone e questo ha ulteriormente spronato gli ideatori del progetto a continuare a lanciarsi in nuove elaborazioni straordinarie. Chissà cosa ci proporranno in futuro.