Conosci alcuni sintomi che potrebbero indicare che la tua auto ha qualche problema

Alcuni di questi sintomi aumentano di intensità a seconda della gravità del problema; altri non cambiano e possono anche essere intermittenti, comparendo di tanto in tanto. Ma il fatto è che tutti hanno bisogno di attenzione e verifica: una mancanza di revisione può causare mal di testa a un certo punto.

Quando guidiamo un’auto ogni giorno, dobbiamo essere consapevoli dei segnali del veicolo. Se qualcosa non va durante la guida, l’avviso inizia spesso con il cruscotto.

È importante che l’utente crei una cultura dell’osservazione del comportamento del proprio veicolo, non solo di accendere le chiavi e guidare verso la destinazione finale, senza preoccuparsi di nient’altro. L’auto necessita di manutenzione preventiva e anche di attenzione durante l’uso.

Sul tuo percorso, nessun guidatore è libero di attraversare una buca o di urtare il volante sulla banchina (marciapiede), e ciò può causare danni ad alcuni dei sistemi. Quindi, se succede qualcosa di inaspettato che è fuori dalla norma, non può essere ignorato.

In questo contesto, sai quali segnali emette il tuo veicolo quando è in uso? Sai come riconoscere i possibili problemi che vengono presentati? Sei pronto a capire questi segni?

Ti mostreremo alcuni dei segnali più comuni quando il tuo veicolo ha problemi e come risolverli. Avanti?

Conosci alcuni sintomi che potrebbero indicare che la tua auto ha qualche problema

Come abbiamo già segnalato, nessun guidatore è esente di essere sorpreso da problemi meccanici all’interno dell’auto, ma è importante avvertire che, prima di frenare, vengono dati alcuni segnali e i conducenti dovranno interpretarli per effettuare le riparazioni necessarie.

Per aiutarti a capire meglio cosa potrebbe accadere, abbiamo separato i primi 6 segnali più comuni che un veicolo può presentare. Guardare!

Tremore del volante – Con il veicolo che si muove a una certa velocità, bassa o alta, se il volante dell’auto inizia a tremare, la sensazione che provoca non è piacevole, quindi non può essere normale. Per questo sintomo si consiglia di controllare inizialmente le gomme, per quanto riguarda la loro usura nello stato di utilizzo, altro punto fondamentale è l’equilibratura delle ruote e dei dischi freno.

È necessario eseguire una revisione completa dell’impianto sterzante per identificare il guasto e correggerlo il prima possibile per evitare incidenti.

Sterzo che tira da un lato – Quando il guidatore cade in una buca o colpisce un marciapiede, ad esempio, la geometria angolare dell’allineamento dello sterzo può essere compromessa, motivo per cui lo sterzo è forzato a sinistra o a destra.

L’allineamento dello sterzo deve essere sempre corretto affinché lo sterzo funzioni in modo efficiente.
Un altro punto di attenzione per il pilota è la taratura periodica degli pneumatici. Il modo migliore per evitare problemi è con la manutenzione periodica del veicolo.

Accensione irregolare del motore – Se il conducente nota che l’auto perde potenza o inizia a non funzionare correttamente durante la guida, indica un malfunzionamento del motore.

Questo problema può essere causato dall’uso di carburante adulterato o da problemi nel sistema di iniezione elettronica con possibili guasti che richiedono una diagnosi nel sistema.

In questo caso è fondamentale portare l’auto presso un’officina meccanica affidabile per verificare se qualche componente è stato danneggiato dall’uso di carburante di scarsa qualità e quindi correggere il problema il prima possibile.

Spia olio sul cruscotto – Il cruscotto dell’auto è un termometro per tutto ciò che accade nella parte meccanica ed elettrica del veicolo.

Se la spia dell’olio si accende, devi essere consapevole, poiché il motore dell’auto potrebbe essere compromesso e potrebbe fondersi con un riscaldamento superiore al normale. L’ideale è fermare il veicolo e attendere che il motore si raffreddi. Si consiglia di chiamare un meccanico specializzato per effettuare le analisi necessarie al fine di evitare eventuali danni.

È importante controllare sempre periodicamente il livello dell’olio, che potrebbe indicare una perdita, un danno alla pompa o qualche tipo di intasamento nel sistema di lubrificazione del veicolo.

Rumori durante il passaggio su dossi e buche – Anche quando si guida su ostacoli a bassa velocità si sente uno scricchiolio? Questo è un classico segno che la sospensione è in difficoltà.
Per correggere è necessario controllare le boccole delle vaschette, i perni, le molle e gli ammortizzatori.

Se queste parti sono danneggiate, l’uso prolungato può usurare l’intero sistema e causare maggiori danni al conducente. Per evitare problemi, eseguire sempre la manutenzione preventiva.

Cattivo odore dall’aria condizionata – Con la regolarità con cui i brasiliani usano l’aria condizionata, soprattutto nelle città più calde, è normale che un cattivo odore invada l’interno dell’auto dopo un certo periodo di utilizzo – questo odore scompare dopo pochi secondi , una volta che gli occupanti si “abitueranno”.

Nella stragrande maggioranza, la principale causa di odore può essere l’accumulo di polvere nei condotti di ventilazione interni o la saturazione del filtro abitacolo (antipolline), che ha la funzione di filtrare le impurità dall’aria catturata dal veicolo.

Si consiglia di sostituire il filtro e di farlo in ogni servizio eseguito presso la concessionaria, in quanto il suo costo di sostituzione è relativamente basso.

Pertanto, quando si nota uno dei sintomi sopra descritti, rivolgersi a un’officina specializzata per controllare tutti i componenti che potrebbero causare malfunzionamenti.
E non dimenticare, impara ad ascoltare la tua macchina, ti ringrazia!