Come rimuovere gli escrementi di uccelli dalla tua auto?

La pulizia della propria automobile è un procedimento che dovrebbe essere svolto in modo regolare, per far sì che ogni volta non risulti troppo complicato e di lunga durata. Quando si fa trascorrere troppo tempo c’è una cosa che può portare al danneggiamento della vernice della carrozzeria, in quanto possiede delle proprietà corrosive; stiamo parlando degli escrementi degli uccelli. Nel momento in cui questi escrementi vanno a finire sulla nostra automobile, in particolar modo durante la stagione estiva, quando le temperature sono molto elevate, tendono a seccare con estrema velocità, risultando molto complicati da rimuovere.

Gli escrementi degli uccelli sono molto dannosi per la vernice delle autovetture, in particolar modo a causa dell’acido urico presenti al suo interno. In questo modo ci troveremo davanti alla possibilità che la vernice si sia danneggiata, che restino delle macchie e che sia possibile riuscire a rimuovere il tutto utilizzando solo dei prodotti specifici. Proprio per questo motivo oggi abbiamo deciso di mostrarvi alcune semplici tecniche che potranno risultare di grande aiuto per una efficace pulizia della carrozzeria, in modo da evitare il deterioramento della vernice.

Come rimuovere gli escrementi di uccelli dalla tua auto?
credit by envato elements

1. Prodotti specifici in vendita
Questi prodotti, creati appositamente per la risoluzione di tali problematiche, offrono la possibilità di andare ad eliminare gli escrementi nonostante si siano già asciugati. Basterà semplicemente applicarli sulla zona interessata, lasciare agire per qualche minuto e concludere l’operazione risciacquando il tutto.

2. Salviettine per escrementi
Tra i particolari prodotti realizzati appositamente, è possibile trovare in commercio anche le salviettine per rimuovere gli escrementi degli uccelli. Queste sono realizzate in modo totalmente naturale e biodegradabile, in maniera tale da non inquinare l’ambiente ma, allo stesso, tempo, ottenere un ottimo risultato. Tutto quello che dovremo fare sarà passare la salvietta sulla zona e una volta completata l’operazione, gettarla via.

3. Acqua e bicarbonato di sodio
Sicuramente si tratta di uno degli ingredienti naturali più utilizzati, grazie alle sue svariate proprietà; stiamo parlando ovviamente del bicarbonato di sodio. Tutto quello che dovremo fare sarà versare all’interno di un flacone dotato di erogatore spray, acqua calda e bicarbonato di sodio. Una volta che la miscela sarà ben amalgamata la andremo a nebulizzare sulla zona interessata e la lasceremo agire per circa 15 minuti prima di risciacquare il tutto con abbondante acqua ed asciugare con cura.

4. Acqua frizzante
Non tutti sono a conoscenza del fatto che, anche una semplice acqua frizzante può essere di grande aiuto. Infatti, occorrerà semplicemente versarne una generosa quantità sulla zona incriminata e, dopo averla fatta agire per un paio di minuti, ripulire azionando i tergicristalli.