Su una moto a più di 300 metri dal suolo, non adatto ai deboli di cuore

Se siete persone che soffrono di vertigini, probabilmente non dovreste guardare il video qui presente.
Durante lo scorso anno, in Nuova Zelanda si è tenuto l’SX Open ad Auckland.
Un evento sicuramente atteso da moltissime persone, e che ha regalato molte emozioni.

Tuttavia è stato esattamente una settimana prima che si è tenuta una particolare performance che ha lasciato milioni di persone completamente a bocca aperta. Il pilota freestyler Taka Higashino si è lanciato in una sfida veramente mozzafiato, percorrendo la strettissima passerella in metallo che si trova intorno al tetto della Sky Tower di Auckland, in sella alla sua moto.

Questo edificio è il più alto di tutto l’emisfero australe e intorno alla sua vetta vi è una specie di sporgenza, che circonda completamente tutta la struttura.
Pochissime persone nel mondo possono vantare atti così impavidi ed è normale che migliaia di persone che hanno visto le riprese effettuate siano state colte dalla pelle d’oca.

Su una moto a più di 300 metri dal suolo, non adatto ai deboli di cuore

Bisogna essere realmente coraggiosi per guidare una moto ad oltre 300 metri di altezza e in uno spazio così risicato.
Lo stesso pilota, una volta superata la sfida, ha mmesso di aver provato dei brividi lungo la schiena che non erano affatto normali.

Higashino ha rivelato in una dichiarazione che, la prima volta che si è spinto su quella rampa, una volta giunto a circa metà del percorso, avrebbe solamente voluto fermarsi per mettersi a piangere.

Effettivamente, osservando il video che lo vede lanciarsi in questa impresa, con il vuoto più totale sotto di lui, è normale pensare che non debba aver avuto tutte le rotelle a posto.

Alcune azioni sono davvero talmente pazzesche, che non si capisce di preciso perché vengano fatte, ma per fortuna, nel caso di Higashino tutto si è svolto nel migliore dei modi e nonostante l’ansia, è riuscito a mantenere il sangue freddo e la moto salda sulla passerella.