Quando e come viaggiare con un bambino in moto

Molte persone preferiscono utilizzare il motorino, per spostarsi agilmente in città, ed evitare ingorghi, trovando parcheggio molto più facilmente.
Milioni di persone nel nostro paese circolano ogni giorno con questo genere di mezzi di trasporto, che risultano veramente pratici ed economici.

Anche alcuni genitori hanno trovato utile sfruttare lo scooter per portare i propri figli a scuola, senza correre il rischio di rimanere impelagati nel traffico.

Quando e come viaggiare con un bambino in moto

Ma qual è il modo corretto di viaggiare con un bambino come passeggero?

Nel nostro paese è possibile trasportare su motocicli e ciclomotori bambini, purché il motorino sia adatto ed essi abbiano superato i 5 anni di età, così da riuscire a rimanere seduti in maniera stabile ed equilibrata.
Questo implica però che anche se un bambino ha più di 5 anni, ma fisicamente risulta ancora non in grado di rimanere in equilibrio sul sedile, allora non può andare in moto e in questo caso le sanzioni arrivano fino a 661 euro.

È importante tenere conto dei rischi possibili, quando si trasportano bambini sui nostri veicoli a due ruote, ed è necessaria un po’ di “coscienza fisica”.
Bisogna tener presente che con un passeggero in più diventa più complicato mantenere il motore in maniera ottimale e che in alcune situazioni non potremo reagire al meglio.

La posizione corretta per il trasporto deve essere effettuata su un seggiolino da moto per bambini, se si trovano al di sotto degli 8 anni di età.
Per coloro che sono più grandi, invece la posizione più consona è quella di sedersi alle spalle del conducente, in modo che non intralci le vostre manovre di guida.
Posizionarli davanti provoca un rischio maggiore, in quanto sia il vento che eventuali detriti potrebbero colpire e far male il bambino.

Gli adulti possiedono maggiore prontezza di riflessi e potrebbero facilmente schivare oggetti volanti, a differenza di un bambino.

Vi ricordiamo che per legge è assolutamente vietato il viaggiare in 3 o più su una motocicletta e che ad ogni sella debba corrispondere un singolo passeggero.