Come hanno trasformato una bicicletta in una ebike grazie al motore di una lavatrice e raggiungere i 110 km/h, anche se illegale

Nel mondo ci sono persone che hanno decisamente molto tempo libero e si dedicano a realizzare delle opere piuttosto fuori dal comune. Un individuo piuttosto fantasioso ha messo insieme i pezzi di una bicicletta e quelli di una lavatrice, realizzando una fantastica ebike, perfettamente funzionante.

L’inventore di questa simpatica bicicletta elettrica ha voluto condividere su Internet la sua creazione, attirando l’attenzione da ogni angolo del globo. Il video è stato condiviso nel canale YouTube Jimminecraftguy e in questo possiamo ammirare le performance di questa bici elettrica fatta in casa.

Come hanno trasformato una bicicletta in una ebike grazie al motore di una lavatrice e raggiungere i 110 km/h, anche se illegale

Nella clip possiamo ammirare questa bicicletta raggiungere una velocità di 65 km/h, ma il suo creatore assicura che dopo aver apportato alcune modifiche può persino raggiungere i 110 km/h e se il suo motore non fosse “limitato”, arriverebbe a toccare anche i 150.

Il suo creatore ha detto che i limiti sono stati necessari dato che “non ha intenzione di morire presto”. Ovviamente nessuno vorrebbe rischiare la vita, raggiungendo i 150 km/h solamente per mostrare un veicolo realizzato con le sue mani.

La bici, infatti, non ha neppure un vero e proprio sistema frenante, a parte le classiche pastiglie dei freni di una bicicletta acquistata oltre 20 anni fa. La sua realizzazione è stata alquanto complessa ed è stato necessario apportare varie modifiche al progetto originario, tuttavia è innegabile che il suo creatore sia rimasto soddisfatto del proprio lavoro.

Anche i pedali della bici mantengono la loro funzione, fino a quando non viene avviato l’impianto elettrico e si accende il motore, quindi questa può essere adoperata anche come una comune bicicletta.

Il suo ideatore assicura che i pezzi utilizzati per realizzare il “motore” sono quelli di una Maschine BLDC da 1.100 W. Il pezzo è praticamente quello che possiamo notare nella zona centrale del telaio del veicolo, con i vari pezzi di rinforzo che gli consentono di rimanere fissato.

Non sono stati diffusi dati relativi al tipo di batteria utilizzata o all’autonomia della bicicletta, ma trattandosi di un veicolo fai da te che non supporta le normative europee, non può essere utilizzato lungo le strade pubbliche. Nonostante tutto, sicuramente dimostra una grande inventiva, da parte del suo creatore, e con qualche leggero miglioramento potrebbe anche raggiungere livelli estetici più gradevoli.