Suzuki Hayabusa elettrica da 200 CV eguaglia la Bugatti Chiron nel quarto di miglio

Per tutti gli appassionati delle due ruote, ci sono ottime novità in arrivo dal Giappone. Con l’arrivo del regolamento Euro 4, sono state molte le moto che hanno visto la fine e questo ha anche segnato il passaggio di un’era per tante persone che nutrono una passione per questi motori.

Le ultime unità dello sport-turismo sono state sul mercato fino al 2018, anno che ha visto la loro fine a causa delle norme restrittive sulle emissioni. Tuttavia, grazie alla Suzuki Hayabusa, un modello elettrico da 200 CV, finalmente si è potuto ammirare un veicolo che ha eguagliato la potenza della Bugatti Chiron nella sfida al quarto di miglio.

Suzuki Hayabusa elettrica da 200 CV eguaglia la Bugatti Chiron nel quarto di miglio

Questo mezzo impiega appena 10 secondi per accelerare fino a oltre 320 km/h. È stato rilasciato un video che mostra la Hayabusa a emissioni zero in pista. Il veicolo non gareggiava contro alcun avversario, ma ha segnato dei tempi degni proprio di una supercar.

Questa moto elettrica eguaglia la famosa auto, con un blocco W16 da otto litri, quattro turbo e una potenza di 1.500 CV. Nonostante si tratti di una moto elettrica, la straordinaria opera giapponese ha una coppia da infarto, il che significa che in uno dei tentativi il pilota non è riuscito a tenere a terra la ruota anteriore durante i primi metri del percorso.

Il tempo finale raggiunto dalla Hayabusa è stato di 10,056 secondi, con un peso di 164 kg e una velocità di 322 km/h. Il video, condiviso dalla famosa casa nipponica, ha ottenuto un quantitativo eccezionale di visualizzazioni, con tantissimi appassionati che non vedono l’ora di poter mettere le mani su un simile mostro su ruote.

È incredibile quello che i tecnici dell’azienda sono riusciti a fare e i risultati di questo veicolo elettrico sono semplicemente sensazionali. Sicuramente in futuro avremo ulteriori notizie di questo mezzo e con qualche altra piccola modifica chissà che livelli di performance potrà riuscire a toccare.