Come Google Maps può rendere migliore il tuo viaggio in auto

Siete tra coloro che stanno incontrando serie difficoltà a risparmiare sulle spese del carburante, a causa dei cambiamenti dei prezzi degli ultimi tempi?
Il mondo sta affrontando una crisi economica davvero difficile da sostenere e il prezzo del carburante classico o diesel è arrivato letteralmente alle stelle negli ultimi mesi.

Questo può inficiare gravemente sulle finanze di una famiglia, ma c’è un sistema particolare che potrebbe aiutarvi a risparmiare denaro, facendo semplicemente scegliere il percorso migliore per raggiungere una destinazione. Stiamo parlando di un app molto famosa e conosciuta praticamente ovunque: Google Maps.

Come Google Maps può rendere migliore il tuo viaggio in auto
credit by envato elements

Sia che dobbiate dedicarvi ad un viaggio lungo che ad uno breve, sfruttando Google Maps potrete sicuramente evitare tantissimi problemi come interruzioni stradali, percorsi più rapidi e persino la presenza di autovelox. Tuttavia è proprio la funzione legata agli spostamenti più rapidi a rendere la nostra vita “economicamente più semplice”.

Molte volte, anche solo per spostarci in città o recarci a lavoro, adoperiamo percorsi conosciuti che riteniamo essere i più brevi. In un periodo in cui anche poche centinaia di metri possono fare la differenza, e quindi molte persone pensano che risparmiando tempo riescano ad evitare maggiori consumi di carburante, tuttavia non questo non è sempre vero. Di recente, Google ha introdotto una funzionalità di nuova generazione che funziona come alternativa ai percorsi più veloci.

Questa, infatti, cerca i percorsi più ecologici, che si rivelano una perfetta sostituzione, per fornire un’alternativa a basso consumo di carburante per raggiungere un determinato indirizzo. Questi sono pensati appositamente per le auto alimentate a benzina o diesel, quindi se state guidando un veicolo elettrico questi dati non vi agevoleranno.

Ricordate che anche se questi percorsi ecologici possono essere più lunghi, sono studiati appositamente per evitare i consumi elevati e quindi evitano luoghi dove i veicoli raggiungono velocità elevate. Teoricamente, infatti, potreste trovarvi a percorrere una superstrada, al posto della classica autostrada, dove la velocità da mantenere è inferiore al normale e quindi il consumo di carburante è di conseguenza minore.